Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 20 ottobre 2011

LETTERA APERTA ALL' AVVOCATO ENRICO SAVIO DEL FORO DI UDINE

Egregio Avv. Enrico Savio, le rendo noto l'esposto fatto via fax  all'ordine degli avvocati di Udine.
L'informazione , in forma pubblica, deriva dal fatto, il suo cliente Danuso Francesco , nella sua E-mail mi ha accusato di Diffamarla e importunarla- Tengo a precisare, non minaccio, tanto meno diffamo, informo solamente di  certi comportamenti errati da parte del suo Cliente DANUSO FRANCESCO verso i miei confronti; Lei di tutta risposta è andato ad importunare Il mio medico di famiglia, accusandolo di aver redatto un certificato medico "FALSO", (SOLO IL GIUDICE IL PUBBLICO MINISTERO, dopo aver svolte le indagini del caso tramite Polizia giudiziaria), può  emettere sentenza- IL CERTEFICATO MEDICO DEL DOTTOR MAURO CECCHETTO  è UN FALSO; cosa certa lei non può farlo  a distanza di oltre 200 kilometri di distanza tra Udine e Sossano.
Il suo assistito dr. Francesco Danuso , sono 40 anni che manca dalla famiglia, e per le poche ore all'anno che è venuto  non può conoscere la realtà dei fatti, continua a renderle e rendermi dichiarazioni false, le quali, tramite atti pubblici si dimostreranno le menzogne del suo cliente.
L'informo oggi 20 ottobre ore 14 circa ho trasmesso fax all'ordine degli avvocati di Udine e ordine dei medici chirurghi di Vicenza, per il suo comportamento scoretto verso il mio medico di famiglia-
quando leggerà questo post, contenente l'esposto che la riguarda, sarà già informato.
Attendo querela da parte sua e da parte dell' assistito Danuso Francesco- le Proposte fatte da francesco violano ogni morale , comprea quella dettate dalle ultime volontà dei genitori.
Distinti saluti.
Paolo Danuso.
_________________________________________________________________________________


Sossano il, 20 Ottobre 2011
Danuso Paolo
Via Pezzamala, 3
36040 Sossano (Vi)
Tel.0444888360
Destinatari:
Presidente ordine degli Avvocati
Presso Tribunale
Largo Ospedale Vecchio ,1
33100 Udine
Fax. 0432203268.
Per conoscenza:
Presidente Ordine dei Medici CHIRURGHI
Contrà Paolo Lioy,13
36100 Vicenza
Fax. 0444546552.

Oggetto: comunicazione.
Egregio Presidente dell’ordine degli avvocati  di Udine, le comunico quanto segue:
L’avvocato Enrico Savio, difensore del dr. Francesco Danuso residente a Udine in Via Fabio Filzi (divisone ereditaria) , con lettera datata 22 Settembre 2011 ricevuta il 27 settembre 2011; intimava al sig. Paolo Danuso e al sig. Danuso Roberto entro 30 giorni di venire ad un accordo , scaduto tale termine la divisione sarà fatta per via giudiziaria.
La lettera dell’ avvocato  contiene verità, e molteplici imprecisioni e falsità (falsità ideologica esercente servizio di pubblica necessità)”DATE SBAGLIATE ,riferimenti sbagliati, metrature errate”. Le falsità  si potevano evitare esercitando controlli degli atti pubblici depositati presso ufficio tecnico del comune di Sossano e/o agenzia del territorio; da notare  la divergenza dei dati tra lettera dell’avvocato Enrico Savio con studio a Udine in Via S.Daniele , 82 fax 0432482535 email :
e la lettera del cliente Dr. Francesco Danuso (mio fratello).
L’assistito dr.  Francesco Danuso, voleva le prove, dell’avvenuta assistenza fatta alla nostra madre, ho provveduto, con certificato medico  del medico di famiglia dr. MAURO CECCHETTO; inviato il certificato medico all’all’avv. Enrico Savio tramite fax del 17 Ottobre 2011; l’avvocato Enrico Savio , ha contestato per via telefonica il certificato  al dottor Mauro Cecchetto affermando che “IL CERTEFICATO è FALSO”. Il medico mi ha informato il 18 Ottobre 2011 verso le ore 16,30 con telefonata delle affermazioni dell’avvocato Enrico Savio legale dell’ Dr. Francesco Danuso, in caso di contestazione del certificato “dichiarandolo falso” in tribunale , tramite l’ordine dei medici ricorrerà contro l’avv. Enrico Savio .
Visti gli art. 6 e 14 del codice deontologico forense, si richiede azione disciplinare  contro l’avv. Enrico Savio di Udine con studio in Via S. Daniele 82, al fine di tutelare gli avvocati che svolgono il lavoro con onestà.
Si allega  fotocopia lettera dell’avvocato ;
si allega fotocopia certificato medico del dr. Mauro Cecchetto (ritenuto falso dall’avv. Enrico Savio.
ART. 6. - Doveri di lealtà e correttezza.
L’avvocato deve svolgere la propria attività professionale con lealtà e correttezza.

I - L’avvocato non deve proporre azioni o assumere iniziative in giudizio con mala fede o colpa grave.
ART. 14. - Dovere di verità.
Le dichiarazioni in giudizio relative alla esistenza o inesistenza di fatti obiettivi, che siano presupposto specifico per un provvedimento del magistrato, e di cui l'avvocato abbia diretta conoscenza, devono essere vere e comunque tali da non indurre il giudice in errore.
I. L'avvocato non può introdurre intenzionalmente nel processo prove false. In particolare, il difensore non può assumere a verbale né introdurre dichiarazioni di persone informate sui fatti che sappia essere false.
II. L'avvocato è tenuto a menzionare i provvedimenti già ottenuti o il rigetto dei provvedimento richiesti, nella presentazione di istanze o richieste sul presupposto della medesima situazione di fatto.
Il fax è composto da 5 pagine: da 2 pagine, più allegate  2 pagine lettera avvocato , un’a pagina certificato medico.
Distinti saluti
Paolo Danuso.


Nessun commento: